Questo sito utilizza cookies tecnici e di terze parti per gestire i login, la navigazione e altre funzioni. Cliccando 'Accetto' permetti l'uso dei cookie. Continuando nella navigazione accetti l'uso dei cookies.

Cookie Policy

Hai rifiutato i cookies. Questa decisione è reversibile.

Avete accettato l'utilizzo dei cookies sul Vs. computer. Questa decisione è reversibile.

Cura della carie

Durante l’esame dei denti, oltre a cercare i segni e i sintomi della carie come le macchie marroni o nerastre, si controlla anche lo stato di eventuali otturazioni per decidere se sostituire quelle mobili o deteriorate, e se procedere a una radiografia per esaminare meglio le zone problematiche.
In presenza di una carie si può scegliere di sorvegliarne l’evoluzione (se la cavità è piccola) oppure di procedere immediatamente alla riparazione del dente. Se trascurata, una cavità di grandi dimensioni può estendersi ulteriormente e provocare dolore, portando presto o tardi a dover sostituire il dente con uno artificiale. Ogni carie viene curata singolarmente, e si può scegliere tra materiali e trattamenti diversi.

La formazione della carie
La carie è un piccolo forellino che si forma nella superficie del dente quando lo zucchero contenuto negli alimenti si miscela ai batteri presenti nella bocca, formando un acido dolce che può attaccare lo smalto, lo strato esterno e duro dei denti. Più frequenti nei bambini, negli adulti le carie si dividono in due categorie:

  • carie ricorrenti — sono quelle che si formano intorno a un’otturazione. La superficie di un dente riparato non è liscia come quella di un dente naturale, e ciò consente a piccole particelle di cibo e ai batteri naturalmente presenti nella bocca di annidarsi al bordo dell’otturazione, favorendo così la formazione di una nuova carie. Inoltre, la parte esposta di un dente la cui otturazione è rovinata o rotta è più esposta alla formazione di una nuova carie

  • carie radicolari — sono quelle che si formano alla radice dei denti: anni di pulizia troppo vigorosa o il naturale invecchiamento possono far ritirare le gengive lasciando esposte le radici dei denti, che non essendo protette dallo smalto sono più soggette a cariarsi

Il restauro
Consiste nel rimuovere tutte le tracce di carie, e successivamente nel preparare la cavità che verrà riempita dal materiale di otturazione:

  • materiali di restauro diretto — questi prodotti si inseriscono direttamente nella cavità preparata dal dentista, e induriscono rapidamente. Di questa categoria fanno parte le riparazioni con amalgama o argento, e in plastica bianca. In genere, per questo tipo di restauro è sufficiente una sola visita

  • materiali di restauro indiretto — questi materiali servono a produrre in laboratorio restauri su misura, che poi vengono posizionati e cementati dal dentista. Di questo gruppo fanno parte le corone e gli inlays, che richiedono in genere due o più visiteL’amalgama è il più noto materiale per il restauro diretto, mentre nell’ambito di quello indiretto la ceramica (porcellana) è oggi molto diffusa sia per la sua durata, superiore a quella di altri materiali, sia perché può avere lo stesso identico colore dei denti.

L'amalgama
A causa della sua tinta argentea, è in genere impiegato per l’otturazione dei denti posteriori. È una miscela di diversi metalli come il mercurio, l’argento, il rame e lo stagno. Tra i vantaggi: è il materiale di restauro meno costoso in assoluto, dura nel tempo ed è facile e veloce da applicare. Tra gli inconvenienti: la sua colorazione non piace a chi ama avere un sorriso dall’aspetto naturale, lascia sfuggire infime quantità di mercurio durante la masticazione (anche se nessuno studio ha mai dimostrato scientificamente che questo sia nocivo), e non è adatto al trattamento della carie durante la gravidanza

L’oro
Il restauro in oro si effettua a partire da un modello del dente del paziente. Il materiale è composto da una lega di oro e di altri metalli come l’argento e il rame, che ne accrescono la durata. Il restauro in oro viene prodotto in laboratorio e poi posizionato e cementato dal dentista in due o più visite successive. Durante il primo incontro vengono rimosse tutte le tracce di carie e si prepara il dente prendendo un’impronta, seguita da un’otturazione temporanea; nell’incontro successivo, a due o tre settimane di distanza, il restauro viene cementato e diventa definitivo. Tra i vantaggi: l’oro è più solido dell’amalgama e dura più a lungo. Tra gli inconvenienti: l’oro è più costoso degli altri materiali di restauro, e la sua tinta può non piacere a chi ama un sorriso dall’aspetto naturale

Le resine composite
Non sono adatte a qualsiasi dente, e in genere sono sconsigliate per il trattamento dei molari che nella masticazione esercitano una grande pressione. Dopo aver rimosso ogni traccia di carie e dopo l’applicazione di un sigillante nella cavità, la resina composita viene inserita per piccoli strati che si fanno indurire in successione esponendoli a una luce speciale. Quando anche l’ultimo strato è indurito, il restauro viene ritoccato per conferirgli un aspetto il più possibile naturale. Tra i vantaggi: le resine composite hanno lo stesso colore dei denti naturali, sono più economiche rispetto all’oro, si applicano in genere in una sola visita. Tra gli inconvenienti: si rompono più facilmente dell’amalgama e dell’oro e rischiano di durare di meno, sono più costose dell’amalgama, e le carie ricorrenti sono più frequenti con questo tipo di restauro rispetto a quello con amalgama od oro

I vetroionomeri
Vengono impiegati esclusivamente per i denti che non esercitano una grande pressione masticatoria, anche se i materiali attualmente disponibili sono più solidi e duraturi che in passato. Tra i vantaggi: hanno lo stesso colore dei denti naturali, contengono fluoro che aiuta a prevenire le carie ricorrenti, non si applicano per strati successivi come le resine composite, in genere richiedono una sola seduta e sono relativamente poco costosi. Tra gli inconvenienti: sono meno solidi e resistenti degli altri materiali da restauro, e sono più costosi dell’amalgama

Le ceramiche
Il materiale ceramico più usato è la porcellana, dura ma relativamente fragile. Porcellana e metallo possono venire combinati per produrre in laboratorio una corona solida e dalla tinta assolutamente naturale, così come avviene per un restauro o una corona in oro eseguita a partire dal modello del dente del paziente. Controindicata solo per chi ha la brutta abitudine di digrignare i denti o ha qualche altro particolare problema, la corona in ceramica e metallo è adatta a qualunque parte della bocca. Tra i vantaggi: la ceramica ha lo stesso colore dei denti naturali e dura nel tempo. Tra gli inconvenienti: richiede almeno due visite ed è più costosa di altri materiali da restauro.

Dove Siamo

Puoi contattare il dentista dr. Cesare Paoleschi e la sua équipe per qualunque problema di implantologia, impianti dentali e zigomatici e tutti gli altri problemi di odontoiatria, nei seguenti studi:

  • Prato

  • via Filippo Brunelleschi, 1 - 59100, Prato
    Tel: +39 0574.571098

  • ICON

Il dentista dr. Cesare Paoleschi, fondatore di Iris Compagnia Odontoiatrica, opera come consulente di implantologia, impianti zigomatici e dentali, implantologia all on 4, presso i centri Iris Compagnia a:

  • Firenze

  • via A. Gramsci, 12 - 50121, Firenze
    Tel: +39 055.289891

  • ICON
  • Novoli Firenze

  • via O. Vecchi, 105 - 50127, Novoli Firenze
    Tel: +39 055.4223940

  • ICON
  • La Spezia

  • via Persio Aulo Flacco, 15 - 19121, La Spezia

  • ICON
  • Montelupo Fiorentino (FI)

  • piazza dell'Unione Europea 9/10 - 50056, Montelupo Fiorentino (FI)
    Tel: +39 0571.542791

  • ICON
  • Scandicci (FI)

  • via A. Manzoni, 41 - 50018, Scandicci (Fi)
    Tel: +39 055.2579404

  • ICON
  • Viareggio (LU)

  • via Vittorio Veneto, 34 - 55049, Viareggio (Lu)
    Tel: +39 0584.941670

  • ICON
  • San Giovanni Valdarno (AR)

  • via Sante Tani, 15 - 52027, San Giovanni Valdarno (Ar)
    Tel: +39 055.940753

  • ICON
  • Pontedera (PI)

  • via G. Mazzini, 95- 56025, Pontedera (Pi)
    Tel: +39 0587.58314

  • ICON
  • Borgo San Lorenzo (FI)

  • Via 11 Settembre 1944 n. 10, Angolo P.zza Vittorio Veneto, Borgo San Lorenzo (FI)
    Tel: +39 055.8456584

  • ICON
  • Arezzo

  • Via Monte Falco 10
    Tel: +39 0575.1830947

  • ICON
  • Cecina (LI)

  • Corso Matteotti 256, Cecina (LI)
    Tel: +39 0586.1732290

  • ICON
  • Poggibonsi (SI)

  • Via Fratelli Bandiera 27, Poggibonsi (SI)
    Tel: +39 0577.981280

  • ICON
  • Per emergenze edontoiatriche
  • telefonare al numero
  • 348.2719607