Questo sito utilizza cookies tecnici e di terze parti per gestire i login, la navigazione e altre funzioni. Cliccando 'Accetto' permetti l'uso dei cookie. Continuando nella navigazione accetti l'uso dei cookies.

Cookie Policy

Hai rifiutato i cookies. Questa decisione è reversibile.

Avete accettato l'utilizzo dei cookies sul Vs. computer. Questa decisione è reversibile.

La manutenzione delle faccette

La manutenzione delle faccette: come farle durare il più a lungo possibile

Le faccette non sono troppo impegnative, bastano un po’ di attenzione e un po’ di cura per garantire una longevità da record.

L’igiene
Come per i denti naturali, spazzolino e filo interdentale devono essere parte integrante dell’igiene quotidiana. Le faccette, proprio come i denti, devono restare sane e non dare problemi. Non esistono regole speciali o tecniche particolari per l’igiene dei denti coperti da faccette, è sufficiente essere diligenti, accurati e precisi. La carie, per esempio, anche se non può attaccare direttamente la superficie di porcellana di una faccetta, può svilupparsi in qualsiasi altra porzione (non trattata) del dente, compresa la struttura dentale che circonda i lati della faccetta. Per prevenire la formazione della carie è indispensabile mantenere questa struttura il più possibile libera dalla placca; inoltre, la rimozione incompleta della placca provoca la recessione delle gengive. Se il lato della faccetta di porcellana che termina lungo la linea gengivale non viene liberato dalla placca, di certo avrà inizio uno sgradevole processo di ritiro delle gengive, con la conseguenza che l’aspetto estetico del dente trattato viene compromesso e diventa necessario sostituire la faccetta.

Le attività pericolose: come non flettere o torcere una faccetta di porcellana
Le faccette di porcellana offrono una superficie dura e di grande durata per i denti, ma la  porcellana in sé non è molto resistente alle forze torcenti. Questo significa che per una faccetta di porcellana mordere gli oggetti, per esempio addentare il cibo, è meno pericoloso che strappare o tirare un oggetto, per esempio per cercare di aprire una busta di patatine. Questo tipo di movimento è proprio quello che può provocare una flessione che può a sua volta far rompere, fessurare, o saltar via una faccetta.

Le abitudini rischiose
Per le normali funzioni orali le faccette non danno alcun problema, tuttavia esistono attività che le mettono a rischio a causa delle pressioni estreme associate ad alcune azioni. Per esempio, mangiarsi le unghie, rompere un cubetto di ghiaccio, mordicchiare una forcina sono azioni che esercitano sulle faccette una forza tale da riuscire a romperle o a staccarle. Chi pratica attività sportive, specie se violente, dovrebbe indossare la protezione adeguata (bite) per evitare colpi, traumi, o collisioni che possono avvicinare a forza i denti delle due arcate. Anche l’abitudine di digrignare i denti (il cosiddetto bruxismo) crea forze molto elevate che possono rompere o spostare le faccette di porcellana, infatti i soggetti con bruxismo non sono candidati ideali per le faccette di porcellana, a meno che il loro bruxismo, specie quello notturno, possa essere adeguatamente controllato, per esempio indossando un bite.

Come evitare le macchie
Le faccette di porcellana hanno una natura vetrosa che in quanto tale offre una certa resistenza alle macchie, tuttavia è meglio ridurre al minimo l’esposizione agli agenti macchianti. L’esposizione a caffè, tè, vino, prodotti a base di tabacco, tra gli altri, possono scurire nel tempo sia i denti, sia i lavori di restauro dentale. Nel caso delle faccette di porcellana non è tanto la macchia diretta a preoccupare, quanto il progressivo scurirsi del cemento sottostante, quello che viene impiegato per cementare la faccetta al dente. Se questo strato cambia colore in modo visibile, il risultato estetico delle faccette è compromesso e diventa indispensabile cambiarle.

Dove Siamo

Puoi contattare il dentista dr. Cesare Paoleschi e la sua équipe per qualunque problema di implantologia, impianti dentali e zigomatici e tutti gli altri problemi di odontoiatria, nei seguenti studi:

  • Prato

  • via Filippo Brunelleschi, 1 - 59100, Prato
    Tel: +39 0574.571098

  • ICON

Il dentista dr. Cesare Paoleschi, fondatore di Iris Compagnia Odontoiatrica, opera come consulente di implantologia, impianti zigomatici e dentali, implantologia all on 4, presso i centri Iris Compagnia a:

  • Firenze

  • via A. Gramsci, 12 - 50121, Firenze
    Tel: +39 055.289891

  • ICON
  • Novoli Firenze

  • via O. Vecchi, 105 - 50127, Novoli Firenze
    Tel: +39 055.4223940

  • ICON
  • La Spezia

  • via Persio Aulo Flacco, 15 - 19121, La Spezia

  • ICON
  • Montelupo Fiorentino (FI)

  • piazza dell'Unione Europea 9/10 - 50056, Montelupo Fiorentino (FI)
    Tel: +39 0571.542791

  • ICON
  • Scandicci (FI)

  • via A. Manzoni, 41 - 50018, Scandicci (Fi)
    Tel: +39 055.2579404

  • ICON
  • Viareggio (LU)

  • via Vittorio Veneto, 34 - 55049, Viareggio (Lu)
    Tel: +39 0584.941670

  • ICON
  • San Giovanni Valdarno (AR)

  • via Sante Tani, 15 - 52027, San Giovanni Valdarno (Ar)
    Tel: +39 055.940753

  • ICON
  • Pontedera (PI)

  • via G. Mazzini, 95- 56025, Pontedera (Pi)
    Tel: +39 0587.58314

  • ICON
  • Borgo San Lorenzo (FI)

  • Via 11 Settembre 1944 n. 10, Angolo P.zza Vittorio Veneto, Borgo San Lorenzo (FI)
    Tel: +39 055.8456584

  • ICON
  • Arezzo

  • Via Monte Falco 10
    Tel: +39 0575.1830947

  • ICON
  • Cecina (LI)

  • Corso Matteotti 256, Cecina (LI)
    Tel: +39 0586.1732290

  • ICON
  • Poggibonsi (SI)

  • Via Fratelli Bandiera 27, Poggibonsi (SI)
    Tel: +39 0577.981280

  • ICON
  • Per emergenze edontoiatriche
  • telefonare al numero
  • 348.2719607