Questo sito utilizza cookies tecnici e di terze parti per gestire i login, la navigazione e altre funzioni. Cliccando 'Accetto' permetti l'uso dei cookie. Continuando nella navigazione accetti l'uso dei cookies.

Cookie Policy

Hai rifiutato i cookies. Questa decisione è reversibile.

Avete accettato l'utilizzo dei cookies sul Vs. computer. Questa decisione è reversibile.

Tutta la procedura: l'applicazione delle faccette

Faccette di porcellana: tutta la procedura

Tutto comincia con una visita iniziale, durante la quale il paziente illustra al dentista il tipo di cambiamenti e miglioramenti che vorrebbe ottenere.

Il dentista spiega quindi al potenziale paziente quali aspetti di questi cambiamenti sono realistici, e in che modo l’odontoiatria moderna può essere impiegata per raggiungerli. Come abbiamo già spiegato negli articoli precedenti su questo argomento, le faccette di porcellana non sono la soluzione giusta in tutte le situazioni: lo sbiancamento professionale, le corone, il trattamento ortodontico, gli impianti, e perfino la dentiera - nei casi estremi - possono teoricamente essere impiegati per raggiungere un risultato estetico simile, a partire dalle condizioni iniziali appropriate. Spetta al dentista stabilire quale procedura odontoiatrica è la più adatta a soddisfare le aspettative del paziente illustrandogli i vantaggi e gli svantaggi di ogni singola tecnica; spetta poi al paziente decidere, ora che è correttamente informato, quale strada percorrere.

Fase 5: L'applicazione delle faccette
Le faccette preparate dal laboratorio vengono consegnate al dentista che le applicherà secondo il seguente protocollo:

  • anestesia locale
    si può evitare solo se la preparazione dei denti è minima. Durante la procedura di applicazione delle faccette il dentista toccherà, laverà, asciugherà più volte i denti del paziente, provocandogli inevitabilmente un certo disagio

  • pulizia della superficie del dente che riceverà la faccetta di porcellana
    l’attaccatura tra dente e faccetta di porcellana deve essere la più salda e la più durevole possibile. La prima operazione di questa fase consiste nel rimuovere dalla superficie del dente qualunque traccia di placca o di residui che si può essere accumulata dopo la preparazione preliminare per le faccette. Se sono stati applicate, devono venire rimosse le faccette provvisorie. Tutte le superfici del dente vengono poi raschiate e lucidate per eliminare fino in fondo qualunque traccia di placca, alimenti, macchie, residui di cemento

  • valutazione della forma e dei contorni della faccetta
    si procede alla valutazione della faccetta di porcellana per controllare che forma e margini siano appropriati e che la faccetta sia perfettamente adeguata sia al dente che deve ricoprire, sia al contatto con i denti naturali vicini o con le altre faccette circostanti. A questo punto spesso il dentista offre al paziente uno specchio con il quale gli consente di avere un’idea dell’effetto definitivo del lavoro odontoiatrico e di esprimere il suo apprezzamento o i suoi dubbi. Poiché le faccette in porcellana sono piccole e fragili, è ovviamente molto meglio apportare le necessarie modifiche prima che vengano cementate definitivamente ai denti

  • valutazione del colore della faccetta
    durante le verifiche di forma e contorni delle faccette al dentista è possibile anche farsi una prima idea del cambiamento in termini di colore del sorriso che le faccette sono in grado di produrre. Tuttavia, poiché come abbiamo più volte ripetuto le faccette hanno un grado molto elevato di trasparenza, la variazione precisa del colore che è possibile ottenere dipende anche dalla tinta specifica del cemento che viene impiegato per cementare la faccetta al dente. Per questo scopo si provano in successione varie tinte di paste di prova, correlate esattamente alla corrispondente tinta del cemento, al fine di valutare con estrema precisione il risultato finale. Le paste di prova vengono applicate al dente e poi ricoperte dalla faccetta; si procede poi al confronto tra il dente trattato e quelli vicini. Se l’accoppiamento cromatico non sembra adeguato, l’operazione viene ripetuta con paste di tinta diversa. Il paziente controlla il risultato con lo specchio ed esprime la sua opinione

  • quando il colore non è quello desiderato
    molto raramente può accadere che a lavoro terminato, quando le faccette sono state saldamente cementate ai denti, il paziente concluda che la tinta ottenuta non è proprio quella che sperava e che la lucentezza complessiva del risultato è un po’ al di sotto delle sue aspettative. Una volta che le faccette sono state cementate al dente il colore non può più essere cambiato se non ricominciando la procedura da capo. Questo scenario, molto indesiderabile, dimostra una volta di più che la collaborazione attiva del paziente durante tutte le fasi di prova è un requisito essenziale per la riuscita del lavoro; solo in questi momenti è ancora possibile agire sul colore del lavoro definitivo cambiando la tinta del cemento

  • lo sbiancamento dei denti per modificare il colore delle faccette
    quando detto nel paragrafo precedente non esclude però che in questa situazione ci possano anche essere delle possibilità di miglioramento. Per esempio, il colore apparente di una faccetta di porcellana può essere cambiato con lo sbiancamento professionale dei denti, modificando in questo modo il colore finale dell’insieme dente-faccetta

  • lo sbiancamento prima dell’applicazione delle faccette
    per chi si aspetta dalle faccette soprattutto un grande miglioramento in termini di colore del sorriso lo sbiancamento dei denti è la procedura ideale, e può perfino succedere che la tinta finale ottenuta, anche se temporanea, spinga il paziente a rinunciare o ritardare l’applicazione delle faccette. E se anche lo sbiancamento non produce un risultato così eclatante da eliminare il bisogno delle faccette, è comunque una procedura utile e poco invasiva per far sì che la sottilissima e trasparente superficie della faccetta si appoggi a un dente al suo meglio in termini di colore.

Dove Siamo

Puoi contattare il dentista dr. Cesare Paoleschi e la sua équipe per qualunque problema di implantologia, impianti dentali e zigomatici e tutti gli altri problemi di odontoiatria, nei seguenti studi:

  • Prato

  • via Filippo Brunelleschi, 1 - 59100, Prato
    Tel: +39 0574.571098

  • ICON

Il dentista dr. Cesare Paoleschi, fondatore di Iris Compagnia Odontoiatrica, opera come consulente di implantologia, impianti zigomatici e dentali, implantologia all on 4, presso i centri Iris Compagnia a:

  • Firenze

  • via A. Gramsci, 12 - 50121, Firenze
    Tel: +39 055.289891

  • ICON
  • Novoli Firenze

  • via O. Vecchi, 105 - 50127, Novoli Firenze
    Tel: +39 055.4223940

  • ICON
  • La Spezia

  • via Persio Aulo Flacco, 15 - 19121, La Spezia

  • ICON
  • Montelupo Fiorentino (FI)

  • piazza dell'Unione Europea 9/10 - 50056, Montelupo Fiorentino (FI)
    Tel: +39 0571.542791

  • ICON
  • Scandicci (FI)

  • via A. Manzoni, 41 - 50018, Scandicci (Fi)
    Tel: +39 055.2579404

  • ICON
  • Viareggio (LU)

  • via Vittorio Veneto, 34 - 55049, Viareggio (Lu)
    Tel: +39 0584.941670

  • ICON
  • San Giovanni Valdarno (AR)

  • via Sante Tani, 15 - 52027, San Giovanni Valdarno (Ar)
    Tel: +39 055.940753

  • ICON
  • Pontedera (PI)

  • via G. Mazzini, 95- 56025, Pontedera (Pi)
    Tel: +39 0587.58314

  • ICON
  • Borgo San Lorenzo (FI)

  • Via 11 Settembre 1944 n. 10, Angolo P.zza Vittorio Veneto, Borgo San Lorenzo (FI)
    Tel: +39 055.8456584

  • ICON
  • Arezzo

  • Via Monte Falco 10
    Tel: +39 0575.1830947

  • ICON
  • Cecina (LI)

  • Corso Matteotti 256, Cecina (LI)
    Tel: +39 0586.1732290

  • ICON
  • Poggibonsi (SI)

  • Via Fratelli Bandiera 27, Poggibonsi (SI)
    Tel: +39 0577.981280

  • ICON
  • Per emergenze edontoiatriche
  • telefonare al numero
  • 348.2719607