Questo sito utilizza cookies tecnici e di terze parti per gestire i login, la navigazione e altre funzioni. Cliccando 'Accetto' permetti l'uso dei cookie. Continuando nella navigazione accetti l'uso dei cookies.

Cookie Policy

Hai rifiutato i cookies. Questa decisione è reversibile.

Avete accettato l'utilizzo dei cookies sul Vs. computer. Questa decisione è reversibile.

Il rapporto tra la bocca e la postura

L’armoniosa crescita dell’ apparato stomatognatico è la principale preoccupazione dei dentisti che si occupano di questa branca specialistica: gli ortodontisti

Infatti durante la crescita del bambino nello stesso tempo si ha lo sviluppo ed aumento di volume delle arcate dentarie e  l‘eruzione in arcata dei denti. Nella prima fase fino ai sei anni erompono i denti che poi verranno sostituiti, i denti decidui (dentizione decidua). Quindi erompono anche alcuni denti permanenti, gli incisivi superiori e inferiori e i primi molari inferiori e superiori che convivranno per alcuni anni con gli altri denti decidui (dentizione mista). Finalmente, intorno ai 13 anni si avrà la totale sostituzione dei denti decidui con quelli permanenti e l‘eruzione dei secondi molari (dentizione permanente). Per poter ospitare i denti nelle arcate, queste devono aumentare di volume armoniosamente sia rispetto alla grandezza e al numero dei denti erotti, sia nel rapporto tra l’arcata superiore e quella inferiore (occlusione).Quando si ha una discrepanza tra la grandezza dei denti  e quella delle arcate, si può avere un affollamento dentale, cioè i denti non trovando spazio sufficiente in arcata si inclinano e si disallineano.

Quando invece vi è una differenza tra la posizione reciproca delle arcate o una discrepanza tra il volume di una di esse rispetto all’ altra, si ha una malocclusione scheletrica. Se l’arcata superiore è troppo piccola e /o arretrata rispetto a quella inferiore, questo difetto prende il nome di malocclusione di terza classe, un tipo di situazione che normalmente hanno animali da presa come il bulldog o il pesce pirańa. Se invece l’arcata superioe è troppo sporgente e/o la mandibola è troppo piccola si ha la seconda classe, normalmente presente nei roditori.

E’ ormai dimostrato che queste patologie hanno effetti anche su tutto il sistema posturale. Infatti dobbiamo immaginare che il nostro corpo sta in equilibrio quando tutto il cosidetto sistema posturale è bilanciato. L’ appoggio plantare, l’articolazione del ginocchio, l’articolazione sacrale, la colonna vertebrale, l’articolazione delle spalle, w i muscoli del collo collegati alla testa e alla mandibola partecipano tutti assieme a questo equilibrio con continue tensioni e rilassamenti di tutti i muscoli interessati. Nel paziente in terza classe, con la mandibola sporgente, la posizione della testa dovrà essere leggermente spostata all‘ indietro sbilanciando tutto i sistema e spostando il suo baricentro indietro. Nel caso di paziente con la mascella sporgente in avanti anche la testa si inclinerà in avanti. La posizione del corpo non equilibrata porta con facilità a dolori causati dai muscoli che dovranno lavorare moltissimo per ribilanciare continuamente questo scompenso. Da una parte si assiste alla comparsa di dolori muscolari in zone ben lontane dai denti come per esempio cefalee, dolori al collo o ai muscoli delle gambe o sotto i piedi. Dall’ altra si potrà accertare con appositi strumenti una instabilità della posizione eretta (pedana stabilometrica) o un appoggio del piede non bilanciato (podometro).

Le cause che determinano queste anomalie delle arcate dentarie possono essere moltissime. Per esempio una respirazione orale del bambino causata da adenoidi edematose con una crescita ridotta delle vie aeree nasali e quindi del mascellare. Oppure alcuni vizi come un uso eccessivo e prolungato del ciuccio o il succhiamento del dito che possono modificare la crescita della volta palatina e facilitare una deviazione del setto nasale e quindi di nuovo una cattiva respirazione nasale. Possiamo però intervenire con apparecchi ortodontici funzionali, cioè dispositivi che agendo proprio sulla forza dei muscoli masticatori o della lingua possono compensare le discrepanze di crescita delle arcate, oppure con dispositivi che cercano di guidare la crescita delle arcate nella direzione corretta.

Per gli stessi motivi di reciprocità, la causa scatenante può viceversa essere una posizione posturale sbagliata, derivata da cause lontane dalla bocca, come per esempio una anomalia dell’appoggio del piede e che di nuovo può disturbare tutto il sistema posturale, compreso il rapporto tra le arcate. Appositi test ci possono aiutare a capire se la causa principale è odontoiatrica (patologie discendenti) o plantare (patologie ascendenti). Possiamo verificare il normale funzionamento dei muscoli del corpo mediante l‘esecuzione di piccoli esercizi di test osservando che variazioni avvengono, per esempio eseguendoli  a bocca chiusa o impedendo il contatto tra i denti, inserendo degli appositi spessori tra i denti, oppure che differenze ci sono eseguendoli in posizione sdraiata oppure in piedi e quindi con l’ appoggio dei piedi sul pavimento. La capacità di ruotare le gambe, i riflessi posturali, la stessa forza dei muscoli varieranno a seconda della condizione esaminata.

Talvolta dovremo agire sull’occlusione mediante l’ortodonzia o con una terapia occlusale con l’ ausilio di dispositivi temporanei da tenere in bocca (bite). Altre volte, collaborando con l’osteopata o l‘ortopedico per migliorare la postura o l’appoggio plantare. Difficilmente un piano di cura che agisca su una parte del sistema posturale, occlusione dei denti o corretto appoggio plantare, potrà avere successo senza tener conto di tutti i fattori coinvolti.

Dove Siamo

Puoi contattare il dentista dr. Cesare Paoleschi e la sua équipe per qualunque problema di implantologia, impianti dentali e zigomatici e tutti gli altri problemi di odontoiatria, nei seguenti studi:

  • Prato

  • via Filippo Brunelleschi, 1 - 59100, Prato
    Tel: +39 0574.571098

  • ICON

Il dentista dr. Cesare Paoleschi, fondatore di Iris Compagnia Odontoiatrica, opera come consulente di implantologia, impianti zigomatici e dentali, implantologia all on 4, presso i centri Iris Compagnia a:

  • Firenze

  • via A. Gramsci, 12 - 50121, Firenze
    Tel: +39 055.289891

  • ICON
  • Novoli Firenze

  • via O. Vecchi, 105 - 50127, Novoli Firenze
    Tel: +39 055.4223940

  • ICON
  • La Spezia

  • via Persio Aulo Flacco, 15 - 19121, La Spezia

  • ICON
  • Montelupo Fiorentino (FI)

  • piazza dell'Unione Europea 9/10 - 50056, Montelupo Fiorentino (FI)
    Tel: +39 0571.542791

  • ICON
  • Scandicci (FI)

  • via A. Manzoni, 41 - 50018, Scandicci (Fi)
    Tel: +39 055.2579404

  • ICON
  • Viareggio (LU)

  • via Vittorio Veneto, 34 - 55049, Viareggio (Lu)
    Tel: +39 0584.941670

  • ICON
  • San Giovanni Valdarno (AR)

  • via Sante Tani, 15 - 52027, San Giovanni Valdarno (Ar)
    Tel: +39 055.940753

  • ICON
  • Pontedera (PI)

  • via G. Mazzini, 95- 56025, Pontedera (Pi)
    Tel: +39 0587.58314

  • ICON
  • Borgo San Lorenzo (FI)

  • Via 11 Settembre 1944 n. 10, Angolo P.zza Vittorio Veneto, Borgo San Lorenzo (FI)
    Tel: +39 055.8456584

  • ICON
  • Arezzo

  • Via Monte Falco 10
    Tel: +39 0575.1830947

  • ICON
  • Cecina (LI)

  • Corso Matteotti 256, Cecina (LI)
    Tel: +39 0586.1732290

  • ICON
  • Poggibonsi (SI)

  • Via Fratelli Bandiera 27, Poggibonsi (SI)
    Tel: +39 0577.981280

  • ICON
  • Per emergenze edontoiatriche
  • telefonare al numero
  • 348.2719607