Menu
Contattaci

Entra in contatto il dr. Cesare Paoleschi e la sua équipe di esperti.


zigomatici e pterigoidei per grave atrofia

Impianti zigomatici e pterigoidei per riabilitazione grave atrofia

Riabilitazione bimascellare con impiego di impianti zigomatici e impianti pterigoidei

Situazione di partenza: la paziente non aveva più denti in entrambe le arcate dentarie e presentava una gravissima atrofia mascellare che non permetteva l’impiego di tecniche di implantologia tradizionale. Erano in oltre presenti due impianti non più idonei al nuovo progetto Implantologia-protesico.

Riabilitazione: In un solo intervento chirurgico, eseguito in anestesia generale, sono stati inseriti 4 impianti zigomatici (tecnica Quad Zygoma) e 2 impianti pterigoidei nell’arcata superiore e 4 impianti nell’arcata inferiore (tecnica All-On-Four).

Al termine dell’intervento chirurgico, valutata buona la resistenza degli impianti appena inseriti nell’osso è stato possibile procedere al carico immediato sia per l’arcata inferiore che per l’arcata superiore. La paziente, infatti, dopo pochi giorni dall’intervento chirurgico ha potuto avere i nuovi denti fissi saldamente ancorati agli impianti dentali. 

E’ possibile consultare ulteriori casi clinici di impianti zigomatici eseguiti dal dottor Cesare Paoleschi sul sito www.impiantizigomatici.it

Riabilitazione bimascellare con impiego di impianti zigomatici e impianti pterigoidei Situazione di partenza: la paziente non aveva più denti in entrambe le arcate dentarie e presentava una gravissima atrofia mascellare che non permetteva l'impiego di tecniche di implantologia tradizionale. Erano in oltre presenti due impianti non più idonei al nuovo progetto Implantologia-protesico. Riabilitazione: In un solo intervento chirurgico, eseguito in anestesia generale, sono stati inseriti 4 impianti zigomatici (tecnica Quad Zygoma) e 2 impianti pterigoidei nell'arcata superiore e 4 impianti nell'arcata inferiore (tecnica All-On-Four). Al termine dell’intervento chirurgico, valutata buona la resistenza degli impianti appena inseriti nell’osso è stato possibile procedere al carico immediato sia per l’arcata inferiore che per l’arcata superiore. La paziente, infatti, dopo pochi giorni dall’intervento chirurgico ha potuto avere i nuovi denti fissi saldamente ancorati agli impianti dentali.  E' possibile consultare ulteriori casi clinici di impianti zigomatici eseguiti dal dottor Cesare Paoleschi sul sito www.impiantizigomatici.it

Entra in contatto il dr. Cesare Paoleschi e la sua équipe di esperti.


Contenuti suggeriti

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.