Contattaci

Entra in contatto con il dr. Cesare Paoleschi e la sua équipe di esperti.


Perimplantite: cause e cura | Dott. Cesare Paoleschi

La perimplantite: una complicazione degli impianti dentali da non sottovalutare

Scopri i sintomi, le cause e il trattamento di questa infiammazione del tessuto intorno all’impianto dentale, e come prevenirla per mantenere la salute dei tuoi denti e degli impianti a lungo termine.

La perimplantite: sintomi, cause e trattamento

Gli impianti dentali rappresentano una soluzione duratura ed efficace per sostituire uno o più denti mancanti. Tuttavia, come per qualsiasi intervento chirurgico, possono verificarsi complicazioni a lungo termine. Una delle complicazioni più comuni è la perimplantite.

La perimplantite è un’infiammazione del tessuto intorno all’impianto dentale, causata da batteri che si accumulano sulla superficie dell’impianto e attaccano il tessuto circostante. Questa condizione può portare alla perdita di osso intorno all’impianto stesso, e alla successiva mobilità e perdita dell’impianto.

Perimplantite | Dott. Cesare Paoleschi

Quali sono i sintomi?

I sintomi della perimplantite includono gonfiore, infiammazione, sanguinamento delle gengive, mobilità dell’impianto e, in alcuni casi, dolore. Tuttavia, non tutti i pazienti con perimplantite sperimentano questi sintomi. Per questo motivo, è importante sottoporsi a controlli dentali regolari per rilevare tempestivamente eventuali problemi.

Quali sono le cause della perimplantite?

Questa infiammazione è spesso causata da una scarsa igiene orale. Quando i batteri si accumulano sulla superficie dell’impianto, possono causare infiammazione e danneggiare il tessuto circostante. Altre cause possono includere il fumo di sigaretta, l’uso di protesi non adatte, una cattiva occlusione e una preesistente malattia parodontale.

Come viene trattata?

Il trattamento dipende dalla gravità della condizione. In caso lieve, il dentista può consigliare una pulizia professionale per rimuovere i batteri e prevenire la progressione della malattia. Tuttavia, se la perimplantite è più grave, può essere necessario rimuovere l’impianto e ripristinare il tessuto osseo prima di posizionare un nuovo impianto.

Come prevenire la perimplantite?

La prevenzione inizia con una corretta igiene orale. Ciò significa spazzolare i denti almeno due volte al giorno, passare il filo interdentale regolarmente e utilizzare collutori antibatterici. Inoltre, è importante sottoporsi a controlli dentali regolari per rilevare tempestivamente eventuali segni di perimplantite o altre complicazioni.

In conclusione, la perimplantite rappresenta una delle principali cause di fallimento degli impianti dentali. Tuttavia, seguendo una corretta igiene orale e sottoponendosi a controlli dentali regolari, è possibile prevenire questa patologia e mantenere a lungo termine la salute dei propri denti e degli impianti dentali.

Leggi anche Quando fallisce un impianto dentale: cause e rimedi

Guarda e approfondisci sul blog Iris un caso di fallimento di impianti per perimplantite e nuova riabilitazione eseguita dal Dottor Cesare Paoleschi.

Scopri i sintomi, le cause e il trattamento di questa infiammazione del tessuto intorno all'impianto dentale, e come prevenirla per mantenere la salute dei tuoi denti e degli impianti a lungo termine. La perimplantite: sintomi, cause e trattamento Gli impianti dentali rappresentano una soluzione duratura ed efficace per sostituire uno o più denti mancanti. Tuttavia, come per qualsiasi intervento chirurgico, possono verificarsi complicazioni a lungo termine. Una delle complicazioni più comuni è la perimplantite. La perimplantite è un'infiammazione del tessuto intorno all'impianto dentale, causata da batteri che si accumulano sulla superficie dell'impianto e attaccano il tessuto circostante. Questa condizione può portare alla perdita di osso intorno all'impianto stesso, e alla successiva mobilità e perdita dell'impianto. Quali sono i sintomi? I sintomi della perimplantite includono gonfiore, infiammazione, sanguinamento delle gengive, mobilità dell'impianto e, in alcuni casi, dolore. Tuttavia, non tutti i pazienti con perimplantite sperimentano questi sintomi. Per questo motivo, è importante sottoporsi a controlli dentali regolari per rilevare tempestivamente eventuali problemi. Quali sono le cause della perimplantite? Questa infiammazione è spesso causata da una scarsa igiene orale. Quando i batteri si accumulano sulla superficie dell'impianto, possono causare infiammazione e danneggiare il tessuto circostante. Altre cause possono includere il fumo di sigaretta, l'uso di protesi non adatte, una cattiva occlusione e una preesistente malattia parodontale. Come viene trattata? Il trattamento dipende dalla gravità della condizione. In caso lieve, il dentista può consigliare una pulizia professionale per rimuovere i batteri e prevenire la progressione della malattia. Tuttavia, se la perimplantite è più …

Entra in contatto con il dr. Cesare Paoleschi e la sua équipe di esperti.


Contenuti suggeriti

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *