Menu
Contattaci

Entra in contatto con il dr. Cesare Paoleschi e la sua équipe di esperti.


impianto zigomatico

Protesi fisse nonostante insufficienza di osso

Nuovo caso clinico con entrambe le arcate dentarie riabilitate con protesi fisse nonostante la grave insufficienza di osso.

Situazione iniziale

Stanco di protesi mobili parziali e afflitto da malattia parodontale, il paziente, di anni 72, si era rivolto ad alcuni professionisti per risolvere il suo problema e avere finalmente una nuova dentatura fissa e stabile.

Le risposte che aveva ricevuto era state purtroppo negative. A causa dell’insufficienza di osso, infatti, era impossibile riabilitare con tecniche di implantologia tradizionale.

insufficienza di osso
panoramica iniziale

Rivoltosi per un consulto al Dottor Cesare Paoleschi, presso il centro odontoiatrico IRIS di Firenze, il paziente ha finalmente visto riaccendersi la speranza di avere una dentatura fissa.

Dopo una accurata visita con approfondimento diagnostico, il Dottor Cesare Paoleschi gli ha proposto una riabilitazione mediante specifiche tecniche di implantologia finalizzata a recuperare estetica e funzionalità del sorriso con protesi fisse.

La riabilitazione

In un solo intervento chirurgico, eseguito in anestesia totale, il Dottor Cesare ha dapprima estratto i denti residui e non più idonei ed ha inserito:

Nell’arcata superiore:

  • 1 impianto zigomatico nel secondo quadrante, zona con gravissima atrofia
  • 4 impianti endossei nel resto dell’arcata

Nell’arcata inferiore:

  • 4 impianti endossei posizionati in modo da sfruttare al massimo la quantità di osso presente (tecnica ALL ON FOUR)
zigomatico all on four
panoramica finale

Il carico immediato

Questo assetto implantare ha consentito al Dottor Cesare Paoleschi di eseguire il protocollo del carico immediato nonostante la grave insufficienza di osso del paziente in entrambe le arcate dentarie.

Infatti, dopo appena poche ore dall’operazione, il paziente aveva già i nuovi denti fissi in bocca con la possibilità di mangiare senza difficoltà.

prima e dopo
sorriso prima e dopo

NOTE: il paziente è stato in cura presso il centro IRIS di FIRENZE in Viale Gramsci 12, Direttore Sanitario Dr. Daniele Augusti. Il Dottor Cesare Paoleschi che ha progettato ed eseguito l’intervento di riabilitazione è laureato in odontoiatria e protesi dentaria ed è iscritto all’albo degli odontoiatri di Lucca al numero 3.

L’intervista al paziente

A distanza di qualche settimana dalla riabilitazione il paziente ha rilasciato una intervista.

GUARDA ADESSO

Nuovo caso clinico con entrambe le arcate dentarie riabilitate con protesi fisse nonostante la grave insufficienza di osso. Situazione iniziale Stanco di protesi mobili parziali e afflitto da malattia parodontale, il paziente, di anni 72, si era rivolto ad alcuni professionisti per risolvere il suo problema e avere finalmente una nuova dentatura fissa e stabile. Le risposte che aveva ricevuto era state purtroppo negative. A causa dell'insufficienza di osso, infatti, era impossibile riabilitare con tecniche di implantologia tradizionale. Rivoltosi per un consulto al Dottor Cesare Paoleschi, presso il centro odontoiatrico IRIS di Firenze, il paziente ha finalmente visto riaccendersi la speranza di avere una dentatura fissa. Dopo una accurata visita con approfondimento diagnostico, il Dottor Cesare Paoleschi gli ha proposto una riabilitazione mediante specifiche tecniche di implantologia finalizzata a recuperare estetica e funzionalità del sorriso con protesi fisse. La riabilitazione In un solo intervento chirurgico, eseguito in anestesia totale, il Dottor Cesare ha dapprima estratto i denti residui e non più idonei ed ha inserito: Nell'arcata superiore: 1 impianto zigomatico nel secondo quadrante, zona con gravissima atrofia4 impianti endossei nel resto dell'arcata Nell'arcata inferiore: 4 impianti endossei posizionati in modo da sfruttare al massimo la quantità di osso presente (tecnica ALL ON FOUR) Il carico immediato Questo assetto implantare ha consentito al Dottor Cesare Paoleschi di eseguire il protocollo del carico immediato nonostante la grave insufficienza di osso del paziente in entrambe le arcate dentarie. Infatti, dopo appena poche ore dall'operazione, il paziente aveva già i nuovi denti fissi in …

Entra in contatto con il dr. Cesare Paoleschi e la sua équipe di esperti.


Contenuti suggeriti

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.